Stile traditional

TATTOO STYLES. TRADITIONAL.

 

testo e immagini di Alessandra Giannini (Etoilerebelle)

 

 

Lavorando in uno studio di tatuaggi talvolta vengo avvicinata da persone con una buona cultura del tatuaggio ma molto più spesso in studio entrano persone che per la prima volta si approcciano al mondo del TATTOO e che si sono sempre tatuati in modo intuitivo senza mai approfondire tecnica o stile del tatuaggio. Di qui la mia decisione di passare in rassegna alcuni stili tra i più diffusi e praticati, per fornire a chi è digiuno, alcune linee guida non esaustive né eccessivamente tecniche, tali da potere essere approfondite secondo la sensibilità di ciascuno. Mi scuso se talvolta semplificherò alcuni argomenti o ne ometterò altri, ma il mio non si propone di essere un manuale esaustivo quanto un primo approccio conoscitivo. Gli stili nel tatuaggio sono riconoscibili per temi, soggetti ed esecuzione. Esistono anche molte contaminazioni tra stili e linguaggi fuori dalle righe ma qui ci occuperemo di quegli stili che possiamo tracciare con sufficiente chiarezza.

 

Il Traditional (Old school, tradizionale o American style)

“Vorrei tatuarmi una rondinella traditional”.

 

Come riconosciamo un tatuaggio traditional? Un tatuaggio traditional si caratterizza in primo luogo per la semplicità delle forme del disegno e del soggetto. I disegni sono molto semplici da sembrare talvolta infantili, la rondine traditional non è realistica ovvero non tenta di riprodurre fedelmente l’immagine della rondine come in una fotografia ma è al contrario estremamente stilizzata. Le forme grafiche del soggetto traditional sono facilmente riconoscibili, sono pulite ed efficaci senza troppi dettagli. L’estrema semplicità è l’identità del tatuaggio traditional, la sua forza, che ha permesso a questo stile di durare nel tempo. Il tatuaggio è indubbiamente un messaggio che noi portiamo impresso sulla nostra pelle e nel traditional molto più che in altri stili tale messaggio, è chiaro e ben definito, senza troppi fronzoli o digressioni. Partiamo dalla nascita di questo stile. Il tatuaggio tradizionale americano nasce contestualmente all’invenzione da parte di O’Reilly della macchinetta elettrica da tatuaggio. L’inventore parte dal meccanismo della macchina da cucire e realizza una macchinetta per tatuare la pelle. Tra i primi artisti che praticano lo stile traditional possiamo nominare Don Ed Hardy, Mike “Rollo” Malone, Dan Higgs, Chris Conn, Theo Mindell, Mike Pike, Civ, Bert Krak, Tim Lehi, Scott Sylvia, Jeff Rassier,

tra i più importanti, Gus Wagner, Paul Rogers “Brooklyn” Joe Lieber, Bert Grimm, Owen Jensen.

Un icona del traditional è sicuramente Norman Keith “Sailor Jerry” Collins (1911-1973). Il suo lavoro si colloca tra la seconda guerra mondiale e la guerra del Vietnam tra Chicago e Honolulu. In particolare sono famose le donnine stilizzate, dalle forme procaci. La sua ricerca nel campo del tatuaggio ha introdotto nuovi sviluppi sia nelle tecniche di esecuzione sia nella produzione di pigmenti per tatuare.

Collins è uno sperimentatore, sia nelle tecniche sia nei linguaggi, è il primo occidentale a studiare lo stile giapponese.

 

TEMI

Dai flashes (disegni guida per il tatuaggio) tradizionale possiamo identificare alcuni temi caratteristici di questo stile. Alcuni temi tra i più diffusi sono viaggi, fede, amori e dolori, patriottismo, vittorie e sconfitte, e tra i soggetti più comuni rose, rondinelle, pantere, pugnali, cuori, fiori, sirene, teschi, serpenti, aquile, draghi, donne, simboli religiosi o nautici.

 

 

TECNICA

Lo stile è caratterizzato da linee solide, ben definite, da colori saturi e da forti sfumature di base nere, i colori sono pochi e contrastanti. I colori tipici sono il rosso, il giallo, il verde e il blu. Questo perché in origine i colori da tatuaggio erano pochi e difficili da produrre. Oggi lo stile tradizionale conserva questa caratteristica cromatica, utilizzando tutt’oggi una ristretta gamma di colori.

 

 

Per chi fosse interessato ad approfondire l’argomento.

 

“Flash from the past, Classic American Tattoo Design 1890-1965”, Paul Rogers Tattoo Research Center – Hardy Marks Publications.

FedoraMi 8

Lascia un commento